Recensione Mammut Trion Nordwand 28

mammut trion nordwand 28
Voto Totale
4.3
  • Traspirazione
    (4)
  • Comfort
    (4.5)
  • Funzionalità
    (3)
  • Stabilità
    (4.5)
  • Peso
    (5)
Voto Utenti 0 (0 recensioni)

In sintesi

Zaino d’alpinismo dal design essenziale, ma dotato di diversi dettagli che lo rendono uno strumento interessante per gli alpinisti più esigenti. Proposto anche come zaino da scialpinismo, si valorizza al meglio in parete e nell’alpinismo di alto livello. Il litraggio e il peso contenuto lo rendono idoneo ad ascensioni rapide in giornata.

Pro

  • Peso contenuto
  • Robustezza dei materiali
  • Concezione minimal, ma ricca di dettagli
  • Spallacci traspiranti, comodi e funzionale
  • Stabilità e libertà nei movimenti

Contro

  • Poche tasche
  • Mancanza di facile accesso al corpo dello zaino
  • Porta pala e sonda poco accessibile

Il Mammut Trion Nordwand rappresenta l’evoluzione in direzione alpinistica dello storico modello Trion; la versione Nordwand è disponibile in litraggio 28 e 30 litri ed appartiene alla serie Eiger Extrem Collection.

Il Mammut Trion Nordwand 28 è uno zaino con cui si entra subito in sintonia per la sua comodità in spalla e per la sua leggerezza. Nonostante ciò ho avuto qualche difficoltà a inquadrarne correttamente il campo d’utilizzo ideale.

Infatti, pur essendo presentato come zaino da scialpinismo e da alpinismo, il Nordwand è uno zaino che ritengo adatto soprattutto all’alpinismo. Non possiede dettagli tali da essere considerato specifico per lo scialpinismo e il litraggio contenuto ne permette un utilizzo di ascensioni giornaliere in stile fast & light.

mammut trion nordwand 28 in test su misto

Caratteristiche tecniche del Mammut Trion Nordwand 28

  • 28 litri
  • Struttura minimal tubolare
  • Chiusura a libretto (assenza del cappuccio)
  • Porta corda esterno 
  • Doppio gancio porta picche e bacchette
  • Cinghie laterali porta sci
  • Tasca laterale impermeabile con gancio interno
  • Struttura schienale VFRAME removibile
  • Spallacci elasticizzati dotati di porta materiali, rifrangenti e tasche a rete
  • Scomparto interno per pala e sonda o camel bag
  • Fascia lombare removibile
  • Chiusura elasticizzata al petto
  • Peso: 810 grammi
  • Link al produttore
mammut trion nordwand 28

Modalità di test

Ho testato lo zaino Mammut Trion Nordwand 28 in tutte le mie principali attività nel corso di questo inverno. In particolare in ascensioni di misto dove ho scalato con lo zaino in spalla, per uscite di scialpinismo e infine a pieno carico per gli avvicinamenti alle cascate di ghiaccio.

La prova sul campo del Mammut Trion Nordwand 28

Utilizzo e schienale

Come accennato in premessa e come suggerisce anche il nome, il Mammut Trion Nordwand 28 è a mio giudizio in primo luogo uno zaino da alpinismo. Il design minimalista con struttura tubolare lo si apprezza in particolare sul terreno tecnico e in fase di scalata.

Il baricentro alto sulla schiena lo rende più adatto a muoversi liberamente in scalata, piuttosto che utilizzarlo a pieno carico in lunghi avvicinamenti.

mammut trion nordwand

L’assetto alto dello zaino lo si apprezza anche in fase di discesa con gli sci (quasi non si avverte di indossarlo).

zaino mammut

Lo schienale è secondo me ben riuscito e sintetizza l’essenza di questo zaino, cioè la ricerca del compromesso tra leggerezza e stabilità. Io personalmente l’ho trovato comodo, soprattutto raffrontato a zaini con poca struttura.

Il telaio metallico interno può essere rimosso, alleggerendo ulteriormente lo zaino a discapito della rigidità. 

dettaglio schienale zaino mammut
Dettaglio dello schienale e del telaio removibile

Occorre però tenere presente che non è uno zaino strutturato e progettato per scarrozzare peso esagerato. Proprio per questo motivo sono rimasto positivamente colpito dalla comodità dello schienale, oltretutto dotato di imbottitura che ne migliora il comfort.

Chiusura e tasche

La chiusura del Mammut Trion Nordwand 28 avviene esclusivamente per arrotolamento. Lo zaino non è dotato di cappuccio. Personalmente ho avvertito negativamente l’assenza di quest’ultimo soprattutto perchè il Trion non possiede nemmeno tasche per accedere al corpo (ad esempio dallo schienale).

Questo vuol dire ritrovarsi piuttosto frequentemente a dover svuotare lo zaino per recuperare qualcosa che si trova al centro o peggio ancora in fondo.

tasca interna zaino
Struttura tubolare e tasca interna

In realtà il Mammut Trion Nordwand 28 è dotato soltanto di due tasche: una interna, e una esterna sul fianco, ma quest’ultima adatta per pochi oggetti come chiavi, documenti o indumenti poco ingombranti, come ad esempio guanti.

Questa tasca inoltre può risultare anche di difficile accesso, soprattutto se la si vuole riempire con lo zaino già a pieno carico, essendo ricavata all’interno della struttura tubolare.

tasca zaino mammut

Questi elementi sono a mio parere quelli meno riusciti del Mammut Trion Nordwand 28.

Personalmente credo che la scelta di Mammut sia stata privilegiare la comodità e la libertà di movimento, piuttosto che la funzionalità delle tasche. Per questo motivo considero questo prodotto qualcosa di specifico per l’alpinismo e meno efficiente ad esempio per trekking anche impegnativi.

Spallacci del Mammut Trion Nordwand

Un paragrafo a sé va dedicato agli spallacci del Mammut Trion Nordwand 28, un altro punto di forza di questo prodotto. Costruiti per distribuire il carico su una superficie ampia, oltre a essere comodi sono anche traspiranti.

spallacci zaino mammut trion nordwwand

Sono ben costruiti e si nota la loro derivazione dagli spallacci degli zaini da trail running. Le due tasche a retina permettono di portare comodamente un cellulare o del cibo, ad esempio. Sono inoltre dotati di asole portameriali e di rifrangenti.

La chiusura elasticizzata migliora il comfort e permette una facile e rapida regolazione.

portamateriali

Accessori

Il porta corda del Mammut Trion Nordwand 28 è composto da una semplice fibbia che attraversa tutto lo zaino dal corpo al vertice. Con lo zaino a pieno carico può risultare un po difficile da sistemare, ma una volta fatto la corda resta abbastanza stabile.

chiusura porta corda
Chiusura porta corda

Il porta piccozze è invece molto ben progettato con ben 3 sostegni. Il primo in alto in velcro inserito nella daisy chain portamateriali (e quindi dall’altezza regolabile), il secondo per incastrare le lame nel tessuto dello zaino e infine il terzo a fibbia per bloccare la testa della picca.

porta picca

Due asole aggiuntive nella parte bassa fungono anche da porta bacchette.

porta sci laterale
Porta sci laterale e fibbie di compressione

Il porta sci laterale è composto da asola in tessuto e due fibbie regolabili, che possono fungere anche da lacci di compressione (o per bloccare la corda sui lati).

anello per sosta

Il Mammut Trion Nordwand 28, oltre alla classica asola maniglia nella parte alta, è dotato anche di un solido anello rinforzato per un appendere lo zaino in sosta.

Materiali e impermeabilità

Non avendo trovato informazioni sul resistenza all’acqua della membrana, mi sono limitato a constatare la qualità della resistenza del tessuto alle abrasioni. Avendo usato il Mammut Trion Nordwand 28 con clima invernale secco (a parte qualche nevicata) non ho valutato a pieno l’impermeabilità della membrana, anche se probabilmente non garantisce una protezione totale.

In ogni caso il tessuto utilizzato per il corpo dello zaino ha un buon spessore e garantisce buona resistenza all’usura.

mammut trion nordwand test misto

Non perderti le prossime recensioni!
Ricevi via mail i test dei prodotti per le attività che pratichi in montagna.

Consigliato per

Il Mammut Trion Nordwand 28 è per me uno zaino minimal per alpinisti esigenti che sposano la filosofia del fast & light e hanno bisogno di qualcosa di robusto, essenziale e leggero. Comodo e ben bilanciato sulla schiena, permette di muoversi liberamente quando si scala, ma non è uno zaino da carichi particolarmente pesanti.

Lo spazio interno è limitato e l’assenza di tasche capienti e cappuccio non lo rendono funzionale per un uso approach o trekking.

test piccozze cascate di ghiaccio Simond

Simond Mamba

Piccozza da cascata leggera e dalla buona battuta, ma con limitate possibilità di personalizzazione.

Lascia una recensione o un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Sending

Hai provato il prodotto? Assegna un voto da 1 a 5

Cerca la recensione

Ultime Recensioni

LA NEWSLETTER
Recensioni scritte da appassionati come te!

Iscriviti e riceverai le ultime novità ogni mese comodamente nella tua mail!

Attività a cui sei interessato

Ti potrebbero interessare anche ...

plum karibou 12
Edoardo

Plum Karibou 12

Attacco da freetouring robusto e dalle interessanti prestazioni in discesa.

marker cruise 10
Michele

Marker Cruise 10

Un attacco da ski touring dall’utilizzo facile e intuitivo, ideale per chi inizia.

cimalp vinson
Antonio

Cimalp Vinson

Un guscio che non teme i maltrattamenti, pensato per alpinismo invernale e in alta quota.

ATTREZZATURA PER VIA FERRATA

Non perderti le ultime recensioni

Alpinismo, arrampicata, scialpinismo, trail running o trekking? Decidi tu quali recensioni ricevere direttamente nella tua mail!