Recensione Ferrino Hikemaster 26

ferrino hikemaster
Voto Totale
4.4
  • Traspirazione
    (4.5)
  • Comfort
    (5)
  • Funzionalità
    (4)
  • Stabilità
    (4.5)
  • Peso
    (4)
Voto Utenti 0 (0 recensioni)

In sintesi

Zaino da escursionismo in giornata, dal design moderno e dalle prestazioni elevate in termini di comfort, stabilità e funzionalità. La ricerca messa in atto per migliorare la traspirabilità degli spallacci, insieme al peso contenuto e alla qualità dei materiali, ne fanno una soluzione molto interessante per chi ricerca un prodotto evoluto e durevole. 

Pro

  • Traspirabilità
  • Ergonomicità
  • Leggerezza
  • Materiali e cuciture di qualità
  • Struttura confortevole
  • Alta capienza
  • Numerosi accessori e dettagli curati

Contro

  • Struttura del cappuccio poco adattabile a pieno carico

Lo zaino Ferrino Hikemaster 26 è stato progettato dalla casa torinese per chi pratica escursionismo giornaliero con carichi medio leggeri, quindi per la fascia fast-hiking / lightweight backpacking. La capienza di 26 litri è ideale per questa finalità, inoltre gli studi effettuati per migliorare la traspirabilità di schienale e spallacci ne fanno uno zaino interessante per chi è abituato a dislivelli importanti con forte dispendio di energie.

ferrino hikemaster in test

Caratteristiche tecniche del Ferrino Hikemaster 26

  • Tessuto principale in Nylon 210D Hexagonal
  • Dorso costruito con sistema “Dry Net System” e telaio in acciaio.
  • Spallacci in materiale auxetico brevettato.
  • Tasche laterali in rete
  • Accessori: 2 porta bastoncini / piccozza
  • Porta materiali frontale (con nastri addizionali amovibili)
  • Copri zaino incluso e riposto in una tasca sul fondo dello zaino
  • Compatibile con il porta casco (non incluso)
  • Compatibile col sistema di idratazione H2 Bag (non incluso)
  • Passante posteriore per luce di sicurezza
  • Cinturino pettorale con fischietto.
  • Peso 0,93 kg
  • Capacità 26 litri
  • Dimensioni 48x29x19 cm
  • Link al produttore
zaino ferrino hikemaster 26

Modalità di test

Il Ferrino Hikemaster 26 è stato utilizzato in escursioni giornaliere o di mezza giornata in Valle Maira per un totale di 8 uscite, alcune delle quali in modalità fast hiking con dislivelli di circa 1000 mt. a passo veloce e buon carico, altre con andatura più tranquilla ma pieno carico, e un paio di brevi escursioni con mezzo carico. Il periodo in cui è stato testato lo zaino è tra marzo e maggio, con condizioni variabili: dal bel tempo con temperature gradevoli al maltempo in quota con temperature poco al di sopra degli 0° gradi.

Reel: sintesi del test

La prova sul campo del Ferrino Hikemaster 26

Impressioni generali

Il Ferrino Hikemaster 26 è sicuramente un prodotto professionale e altamente tecnico, e si vede dai dettagli oltre che dalle caratteristiche principali. Mi sono trovato molto bene fin da subito. La capacità di 26 litri è ottima per le gite in giornata, la forma dello scomparto principale a “tubo” permette un facile caricamento dello zaino e gli accessori sono curati e costruiti con materiali robusti e ben posizionati.

Questa è la versione uomo: per la donna Ferrino propone una versione dedicata da 24 litri. Mi ha sorpreso la vestibilità e stabilità una volta indossato e regolato, davvero notevole. Inoltre il sistema di aerazione dello schienale e degli spallacci è funzionale, e te ne accorgi quando affronti salite importanti. Infine ho apprezzato molto la leggerezza di questo zaino a vuoto: meno di 1 kg per un prodotto così strutturato è davvero poco. Ma veniamo ai dettagli.

zaino ferrino

Materiali che compongono il Ferrino Hikemaster 26

Il materiale principale è il Nylon 210D, tessuto ad alta tenacità che conferisce a questo zaino durabilità e resistenza alla trazione e all’abrasione. Lo schienale presenta una struttura in acciaio e un pannello aerato in rete imbottita, mentre il cinturone lombare è imbottito e rivestito in rete all’interno e tessuto sintetico all’esterno. Discorso analogo per gli spallacci, ma qui abbiamo la nuova imbottitura “auxetica”, di qui parliamo qui di seguito con un paragrafo dedicato.

schienale zaino ferrino
Lo schienale e il cinturone lombare

Spallacci in materiale auxetico

Ferrino ha cercato di incrementare la traspirabilità di questo zaino lavorando sugli spallacci e realizzando un materiale innovativo chiamato “auxetico”. Si tratta di un’imbottitura a celle aperte che ha la caratteristica di aumentare il passaggio di aria fra le celle quando il materiale viene caricato, ovvero quando indossiamo lo zaino. Questo permette un migliore fattore di aerazione del corpo, una minore sudorazione, e quindi un minor dispendio di energia. Vi consiglio questo breve video realizzato dall’azienda che presenta questo innovativo materiale brevettato.

Provando lo zaino in condizioni di attività intensa ho riscontrato una buona sensazione in questi termini, quindi l’impressione è positiva. Resta inteso che non ci possiamo aspettare di arrivare a fine salita e ritrovarci freschi e asciutti, ma con questo zaino effettivamente la sensazione di calore e sudorazione sembra più contenuta.

spallacci zaino ferrino
Spallacci in materiale auxetico

Schienale e cintura lombare

schienale zaino
Dettaglio dello schienale

Molto ben strutturato e robusto, presenta un telaio leggero in acciaio che crea la camera di aerazione fra lo zaino e la schiena. Spesso accade che questo sistema vada ad inficiare sulla capacità di carico dello zaino, ma con questo zaino non è così. Il sistema di aerazione funziona bene e i materiali sono distribuiti in modo da trasmettere un’ottima sensazione di stabilità e comfort.

La cintura lombare è imbottita con uno strato di gommapiuma che sembra quasi un memory, molto comoda, ed è dotata delle classiche fettucce regolabili.

Segnalo una piccola pecca relativamente alle tasche poste sulla cintura: sono ampie ma non abbastanza per infilare rapidamente uno smartphone dalle medie dimensioni. Per farlo ci si deve fermare e utilizzare tutte e due le mani.

Vani e accessori

tasca porta borraccia
Porta borraccia in rete

Sui fianchi dello zaino sono presenti due tasche in rete elastica per l’inserimento di borracce, mappe o altri oggetti. La rete è molto elastica e anche se lo zaino è piuttosto carico si riesce ad infilare bene una borraccia da 1 litro.

Su entrambi i lati si trovano gli elastici con gancio per portare i bastoncini, e nella parte bassa abbiamo due piccola cinghie regolabili, molto utili nel caso il vostro bastocino non rimanesse chiuso, potete infilare soltanto la punta e stringere fino a fissarla contro lo zaino.

cinghia di carico
Cinghia di carico

Sopra gli spallacci si trovano le cinghie di carico, utili per regolare e stabilizzare lo zaino sulle spalle. Accessorio non scontato su zaini di questa capacità.

ferrino hikemaster in test

La cinghia pettorale e quella lombare permettono una regolazione precisa e consentono allo zaino di essere molto stabile.

In particolare la cinghia pettorale può essere rimossa e riposizionata più in alto o più in basso nelle varie fibbie presenti. Inoltre il gancio è integrato con un fischietto ripiegato su se stesso, utile per segnali acustici di emergenza.

ferrino hikemaster da davanti

La chiusura principale, o cinghia di compressione, è costituita da una fettuccia con gancio regolabile. In condizioni di carico normale il cappuccio copre interamente la parte superiore dello zaino (come vedete in alto). Ma se abbiamo bisogno di aggiungere qualcosa in più e andiamo a fare un pieno carico (immagine sottostante), la fettuccia non è lunga abbastanza e il cappuccio fa fatica a coprire per bene il corpo dello zaino. Un piccolo limite dovuto al fatto che il cappuccio non ha la possibilità di essere regolato in altezza ma è cucito sullo schienale.

zaino a pieno carico
Cappuccio con zaino a pieno carico

Ottimo il sistema di regolazione del laccio di chiusura superiore dello zaino. Basta afferrarlo con due dita e con una leggera compressione il laccio viene rilasciato aprendo facilmente lo scomparto principale.

sistema di chiusura
Sistema di chiusura a sacco

Nella parte posteriore si trova il foro per il passaggio del tubo della sacca d’idratazione.

Lo stesso tubo si farà poi passare nello spazio che c’è fra la cucitura del cappuccio e lo spallaccio in modo che arrivi comodamente ad essere fissato su una fibbia frontale dello spallaccio stesso.

Il cappuccio è dotato di un capiente vano porta oggetti comprensivo di gancetto per le chiavi. Il tutto molto curato nei dettagli, comprese le zip molto scorrevoli.

tasca superiore
Tasca superiore

All’interno dello zaino troviamo un comodo scomparto per dividere il materiale.

scomparto interno zaino
Scomparto interno

Altri piccoli accessori molto utili sono il porta materiali frontale con fettucce amovibili e il passante per la luce di sicurezza.

Piccoli dettagli che messi insieme fanno la differenza. Questo è sicuramente uno zaino full optional.

test ferrino hikemaster

Sacca copri zaino

L’Hikemaster 26 è anche dotato della sacca copri zaino impermeabile. E’ inserita come al solito nel doppio fondo dello zaino, chiusa con zip, ed è ancorata con un piccolo gancetto che vi permetterà di avere la sacca sempre collegata, onde evitare spiacevoli inconvenienti in caso di vento.

Copri zaino con clip di tenuta
Copri zaino con clip di tenuta

Come si può vedere la sacca copre perfettamente il corpo dello zaino ed è totalmente impermeabile.

Non perderti le prossime recensioni!
Ricevi via mail i test dei prodotti per le attività che pratichi in montagna.

Consigliato per

Lo zaino Ferrino Hikemaster 26 è un prodotto innovativo e di qualità, ideale per l’escursionista esigente che non vuole farsi mancare nulla. Dotato di tutti i comfort necessari per intraprendere escursioni anche complesse, è in grado di soddisfare ogni esigenza legata al trekking in giornata.

Ritengo possa essere un’ottima scelta sia per il principiante che vuole un prodotto di qualità e versatile, sia per l’appassionato più allenato ed esperto, che ricerca un prodotto altamente funzionale.

Sei interessato ad altri articoli Ferrino?

Lascia una recensione o un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Sending

Hai provato il prodotto? Assegna un voto da 1 a 5

Cerca la recensione

Ultime Recensioni

LA NEWSLETTER
Recensioni scritte da appassionati come te!

Iscriviti e riceverai le ultime novità ogni mese comodamente nella tua mail!

Attività a cui sei interessato

Ti potrebbero interessare anche ...

Test Cimalp Rockfit
Michele

Cimalp Rockfit

Un pantalone dal design tradizionale ma di sostanza, per climi freddi e ventosi.

Come scegliere gli assicuratori per arrampicata

Non perderti le ultime recensioni

Alpinismo, arrampicata, scialpinismo, trail running o trekking? Decidi tu quali recensioni ricevere direttamente nella tua mail!