Recensione Blue Ice Yagi 28

test zaino scialpinismo Blue Ice Yagi
Voto Totale
3.9
  • Comfort
    (4)
  • Funzionalità
    (4)
  • Stabilità
    (3)
  • Peso
    (4.5)
Voto Utenti 2 (1 recensione)

In sintesi

Uno zaino da scialpinismo che unisce funzionalità a grande leggerezza, pensato per chi fa molto dislivello e cambi di assetto durante la gita. I diversi sistemi di fissaggio di sci e piccozza lo faranno apprezzare a chi non ama solo tenere gli sci ai piedi. La leggerezza del tessuto si paga con qualche piccolo compromesso sul fronte della resistenza. 

Pro

  • Peso contenuto
  • Molteplici sistemi di bloccaggio sci
  • Accesso con zip dallo schienale
  • Estrazione rapida della piccozza

Contro

  • Tessuto un po’ delicato
  • Chiusura del fascione ventrale migliorabile
  • Non compatibile con sistemi per l’idratazione

Il Blue Ice Yagi 28 lt è lo zaino ideale per le uscite giornaliere di scialpinismo. La casa produttrice francese ha rielaborato il modello Kume 30lt ed ha creato un prodotto più leggero, più compatto e allo stesso tempo comodo da indossare. 

Blue Ice lo definisce come il classico zaino da ski touring, adatto alle tranquille gite con gli amici fino alle più impegnative uscite tecniche.

lo zaino durante la discesa

Caratteristiche tecniche del Blue Ice Yagi 28

  • Peso: 840 g
  • Dimensioni: 59 x 29 x 25 cm
  • Volume: 28 lt
  • Materiali: High density 420D Nylon Ripstop, 420D Robic Air hd Nylon
  • PVC free e marchio BlueSign
  • Tasca separata per materiale soccorso in valanga 
  • Ampio accesso superiore alla tasca principale con apertura a zip 
  • Sistema di accesso con doppia zip e magnete alla tasca principale dallo schienale 
  • Comoda maniglia superiore per afferrare lo zaino
  • Cinghie di compressioni laterali 
  • Sistema di fissaggio degli sci verticali (A-Skifix o capannina) o Diagonali (D skifix)
  • Possibilità di fissaggio snowboard 
  • Compatibile con sistema di fissaggio rapido degli sci (non compreso)
  • Supporto casco incluso
  • Sistema di fissaggio di una o due piccozze con lacciolo elastico centrale 
  • Cinturone imbottito con 2 tasche, di cui una con cerniera 
  • Link al produttore

Blue Ice garantisce per questo prodotto l’assenza di PFC e la certificazione ambientale Bluesign.

blue ice yagi 28

Modalità di test

Lo zaino è stato testato nel periodo di marzo – aprile 2024 in diversi contesti scialpinistici, sia durante gite giornaliere di bassa tecnicità e ridotto dislivello (700 – 800 D+ per circa 4 h di uscita), sia uscite tecniche e impegnative con dislivelli positivi superiori ai 1500 mt e/o con pendenze maggiori di 45°, con richiedono l’utilizzo di piccozze e ramponi durante la salita.

blue ice yagi 28

La prova sul campo del Blue Ice Yagi 28

Prime impressioni e vestibilità

Lo Yagi 28 con la sua linea compatta e squadrata si presenta essenziale e visivamente gradevole.

Appena indossato lo zaino ho notato subito la comodità e sono rimasto sorpreso del fatto che, nonostante non vi sia una maggiore imbottitura nella parte lombare, una volta regolati gli spallacci e il cinturone lo zaino aderisce perfettamente alla parte bassa della schiena. 

Accesso al vano principale

L’accesso al Blue Ice Yagi 28 avviene in due modi: dall’alto, con una zip che apre lo zaino in corrispondenza della patella, e dal retro, con una doppia zip sullo schienale. Intelligente il sistema di bloccaggio del “lembo” di schienale compreso tra le due zip, che avviene con un magnete posizionato sulla parte superiore dell’apertura.

apertura sullo schienale dello zaino Blue Ice
Zip di apertura sullo schienale

Il porta piccozza è realizzato in lega di alluminio e le parti elastiche sembrano resistere alle sollecitazione da normale utilizzo.

Porta piccozza zaino Blue Ice Yagi
Dettaglio della clip in alluminio del porta piccozza

Tasche

Il concept estremamente funzionale è il vero punto di forza di questo zaino: le tasche sono studiate per rendere la vita semplice.

Innanzitutto troviamo una generosa tasca superiore con all’interno un moschettone in plastica portachiavi (sempre utile). Al di sopra di questa tasca è posizionata una comoda maniglia che permette di afferrare lo zaino agevolmente anche indossando i guanti.

maniglia zaino
Maniglia posizionata nella parte superiore dello zaino

Nella parte frontale è presente una tasca separata per il materiale di soccorso, posizionabile in modo ordinato grazie ai supporti cuciti all’interno della tasca stessa.

tasca per pala e sonda zaino Blue Ice Yagi

All’esterno troviamo due tasche porta piccozze ed un unico sistema di fissaggio con elastico centrale. La particolarità di questa soluzione è questa: con la testa posizionata verso l’alto è possibile estrarre la piccozza dall’interno della tasca senza rimuovere lo zaino dalla schiena. Un bel vantaggio durante i cambi di assetto. 

porta piccozza blue ice
Porta piccozza

Sono presenti inoltre due comode tasche sul cinturone, una con zip e l’altra elasticizzata adatta a contenere piccoli oggetti. Un piccolo limite a mio parere è l’assenza di una clip per la chiusura del cinturone, bensì troviamo invece un gancio metallico che richiede un po’ più di manualità nell’apertura e chiusura. 

zaino indossato fronte

Accessori

Ulteriore prova della funzionalità di questo zaino sono le cinghie laterali: queste permettono il fissaggio a capannina degli sci, il fissaggio di snowboard e, integrandole con l’asola in dotazione allo zaino, è possibile fissare gli sci diagonalmente.

Inoltre Blue Ice propone anche un sistema di fissaggio rapido – vendibile separatamente – che consente di fissare gli sci senza togliere lo zaino.

fissaggio sci blue ice yagi 28
fissaggio a capannina

Infine, a completare gli accessori, è disponibile anche il portacasco in rete elastica.

porta casco blue ice

Comportamento del Blue Ice Yagi 28 in salita

In salita ho apprezzato l’ottima vestibilità e il comfort dello zaino anche a pieno carico: il fascione lombare ripartisce bene il peso al bacino, senza sovraccaricarlo eccessivamente; lo schienale permette una buona ventilazione, lasciando traspirare il tessuto indossato. Infatti, nonostante le calde temperature primaverili, non ho mai avuto la sensazione di avere la schiena bagnata.

test scialpinismo invernale zaino blue ice

Fissando gli sci  “a capannina” con le cinghie laterali, personalmente gli spallacci non mi hanno creato alcun fastidio e nel complesso ho trovato abbastanza agevole portare gli sci in spalla.

Comportamento del Blue Ice Yagi 28 in discesa

Durante la discesa ho apprezzato la leggerezza e la compattezza di Yagi 28: queste caratteristiche mi hanno permesso di curvare senza percepire una sensazione di ingombro o di sbilanciamento. Inoltre, il cinturone e gli spallacci trasmettono bene la torsione allo zaino anche sulle curve saltate. Ottime qualità per la fase di discesa, a mio parere.

Blue Ice propone Yagi 28 anche per il freeride. Non ho avuto modo di testarlo al meglio in questo ambito, anche se confermo le ottime sensazione in discesa in termini di stabilità e controllo. Nel caso del freeride consiglierei uno zaino con uno schienale più rigido o con la possibilità di inserire una piastra di protezione.

blue ice in discesa

Materiali e usura

La scelta di Blue Ice è quella di adoperare interamente Nylon 420D nella versione Ripstop e  Robic Air HD. Tale scelta, non nuova per la casa francese, ha l’indiscusso vantaggio di ridurre il peso dello zaino.

Ma inevitabilmente la ricerca della leggerezza porta a qualche compromesso con la resistenza.  Nel mio test, dopo aver fatto alcune uscite con portage importante, ho notato qualche segno di usura. Nulla che comprometta la funzionalità, però a livello estetico si notano.

usura zaino Blue Ice Yagi
I segni di usura nella zona a contatto con gli sci

Non perderti le prossime recensioni!
Ricevi via mail i test dei prodotti per le attività che pratichi in montagna.

Consigliato per

Lo zaino Yagi 28 della Blue Ice è uno zaino adatto allo scialpinismo classico in tutte le sue forme, in particolare quando sono richiesti diversi cambi assetto e progressione su itinerari tecnici.

Sarà apprezzato in particolare dagli scialpinisti che macinano tanto dislivello e che cercano la soddisfazione della vetta o delle traversate veloci, oltre al piacere dello sci.

Disponibile anche nella versione da 35 lt, adatta a chi preferisce avere più agio anche per impieghi su più giorni. 

plum karibou 12

Plum Karibou 12

Attacco da freetouring robusto e dalle interessanti prestazioni in discesa.

1 risposta

Lascia una recensione o un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Sending

Hai provato il prodotto? Assegna un voto da 1 a 5

Cerca la recensione

Ultime Recensioni

LA NEWSLETTER
Recensioni scritte da appassionati come te!

Iscriviti e riceverai le ultime novità ogni mese comodamente nella tua mail!

Attività a cui sei interessato

Ti potrebbero interessare anche ...

Test Ortovox Ravine 28
Simone

Ortovox Ravine 28

Zaino molto leggero e ricco di soluzioni per scialpinismo tecnico e veloce.

COME SCEGLIERE LE SCARPETTE DA ARRAMPICATA

Non perderti le ultime recensioni

Alpinismo, arrampicata, scialpinismo, trail running o trekking? Decidi tu quali recensioni ricevere direttamente nella tua mail!