Recensione Black Crows Ova Freebird

Black Crows Ova Freebird
Voto Totale
3.8
  • Peso
    (5)
  • Manegevelozza in salita
    (5)
  • Comportamento su polvere
    (4)
  • Comportamento su neve dura
    (2)
  • Comportamente su crosta non portante
    (3)
  • Stabilità e governabilità
    (4)
Voto Utenti 0 (0 recensioni)

In sintesi

Black Crows Ova Freebird è uno sci leggero, facile e prevedibile: un compagno di gite giocoso, mai nervoso che regala godimento sia in salita che in discesa. Lo sci giusto per chi inizia lo scialpinismo; per chi non cerca lo sci estremo ma lo sci bello. Can we just go? questo è il suo motto.

Pro

  • Comportamento intuitivo
  • Punta ottima
  • Leggerezza
  • Rapporto qualità/prezzo

Contro

  • Un po’ ballerini sul ghiaccio e nevi dure

Il Black Crows Ova Freebird fa parte della linea Mountain Touring del marchio di Chamonix. Sci proposto sia per donna che uomo. Non è lo sci più stretto della linea Mountain Touring ma è quello con il flex più basso, questo per renderlo uno sci facile e divertente.

Viene definito “uno sci per le famiglie”: ovvero uno sci per chi vuole divertirsi senza rischiare.

profilo sci Black Crows Ova Freebird

Caratteristiche tecniche dei Black Crows Ova Freebird

  • Larghezza al centro: 85 mm
  • Peso: 1.000 g 
  • Raggio di curvatura: 17 m
  • Flex: 68 / 100
  • Link al produttore
sci intero

Se prendiamo il catalogo Mountain Touring di Black Crows e lo guardiamo dallo sci più stretto, capiremo bene come si pone l’Ova Freebird nella proposta ski touring del marchio francese:

 LarghezzaFlexRaggioPeso (coppia)
Mentis Freebird8075181800
Ova Freebird8568171950
Orb Freebird9073162300
Camox Freebird9576172550
Navis Freebird10279183100
Corvus Freebird10775213650

Ova Freebird non è lo sci più stretto, non è il più leggero ma quello con il flex più basso, ciò unito a un raggio di curvatura di 17 m lo rende già una macchina da curvette.

Andiamo nel dettaglio delle altre misure: spatola anteriore 123 mm, coda 107. Punta larga rispetto a sci dello stesso range di larghezza (ovviamente, se no non avremmo un raggio di 17 m).

Ma se lo confrontiamo con sci paragonabili vediamo questo: Il Blizzard Zero G 85 ha una punta 115 e una coda 99, l’ Atomic Backland 85 ha una punta 117 e coda 105. Da questo confronto Black Crows con la punta da 123 ha voluto dare al suo sci una precisa caratteristica: presa facile sulla curva e galleggiabilità della punta.

profilo

Ma il raggio di 17 m ha un contro: in salita su pendi ghiacciati e sul ripido in discesa si ha meno lamina a disposizione. Ma un “buon padre di famiglia”, categoria a cui si rivolge il brand, non si aggira con questo sci su questi terreni.

La costruzione è mista: semi-cap. Abbiamo così la punta leggera e manovrabile con costruzione cap, mentre il centro sci è realizzato in sandwich con sidewall in ABS.

Il legno utilizzato è un abbinamento di paulonia e poplar. Si aggiungono rinforzi di carbonio e fibra di vetro che donano rigidezza e smorzano le vibrazioni.

Considerata la leggerezza dello sci, detto da Black Crows, nessuno monterà mai una piastra su queste assi, ma solo il classico “attacchino”. Pertanto i rinforzi di titanal non coprono l’intera zona di montaggio degli attacchi ma solo le due aree attorno a punta e talloniera. Questo permette ancora un piccolo risparmio di peso.

black crows ova freebird

Modalità di test

Ho usato questi sci nella prima parte della stagione 2022-2023. Gli sci sono stati montati con attacchi Plum Pika e come scarponi uso i Tecnica Zero G Pro.

Li ho utilizzati nei miei allenamenti in risalita bosco e pista e in molte gite su polvere, anche un po’ pesante. Per le nevi primaverili bisognerà aspettare.

black crows ova freebird

La prova sul campo dei Black Crows Ova Freebird

Salita

Grazie anche agli attacchi Plum Pika, questo sci davvero si dimostra leggero in salita, senza però essere nervoso. Si manovra in salita in maniera facile; la punta larga non impensierisce. La coda con apposito notch di blocco delle pelli è perfetta. Con questo sci si può divorare dislivello senza problemi.

test in salita

Le pelli abbinate Pilus Ova Freebird sono una bella sorpresa: made in Pomoca. Di fatto sono delle Climb 2.0 ben tagliate sullo sci. L’abbinamento è perfetto. Lo sciatore Black Crows è prima di tutto uno stiloso e queste pelli sono l’accessorio perfetto.

pelli pilus

Discesa

Can we just go? Ovvero, possiamo andare senza problemi? Questo è lo stile dei Black Crows Ova Freebird. Appena girati in giù verso il pendio, la punta larga e leggermente rockerata è pronta a girare facile.

black crows ova freebird  in test

Davvero questa punta è la vera sorpresa di questo sci, facile e manovrabile. Esce dalla polvere e porta a galleggiare tutto lo sci. Da condurre con leggerezza.

Anche in pista la larghezza della punta porta ad un aggancio subito chiaro, lo sci è già pronto a girare ma sempre senza strafare.

In generale la conduzione è eccellente: con un bel supporto della coda sempre prevedibile. Il cambio spigolo è facile ed intuitivo.

Questo è lo sci per pennellare curve, senza ansia di accelerare a ogni uscita. Veramente uno sci per la tutti: facile, prevedibile, leggero

Tanta facilità ha però un piccolo rovescio della medaglia: manca un po’ di rigidità per spingere su nevi ghiacciate o irregolari. Qui lo sci manca di “cattiveria”, tende un po’ a sbattere, anche se lo si forza. Ma questo è normale e chi sceglie Ova Freebird non va a cercare questo tipo di neve.

set up

Non perderti le prossime recensioni!
Ricevi via mail i test dei prodotti per le attività che pratichi in montagna.

Taglia dei Black Crows Ova Freebird

Sono alto 173 cm per 63 kg ed ho testato uno sci 170 cm. Black Crows suggerisce questa lunghezza per una sciata rilassata, mentre propone la lunghezza 175 per una sciata più aggressiva.

Si tratta di questione di gusti: per come scio – curve ampie e veloci – direi che 175 sarebbe stato meglio. Ma in genere chi sceglie uno sci da 85 mm ha in mente anche canalini e ripido, allora uno sci corto aiuta.

black crows ova freebird in test

Consigliato per

La cosa che davvero stupisce dei Black Crows Ova Freebird sci è la facilità. Gli sci stretti sono sempre stati proposti in flex rigidi e nervosi e con raggi di curvatura lunghi: si accettava questo carattere pur di avere uno sci leggero.

Ora Black Crows Ova Freebird cambia completamente questo paradigma offrendo uno sci leggero, facile e intuitivo. Questo sci è per tutti quelli che vogliono farsi una bella sciata il weekend: senza faticare in salita ma divertendosi in discesa. Sempre con stile.

Consigliatissimo per chi inizia a fare scialpinismo. Tra l’altro è lo sci più economico della collezione Mountain Touring di Black Crows.

test zaino scialpinismo Blue Ice Yagi

Blue Ice Yagi 28

Zaino leggero e funzionale per salite con cambi di assetto e tratti alpinistici.

plum karibou 12

Plum Karibou 12

Attacco da freetouring robusto e dalle interessanti prestazioni in discesa.

Lascia una recensione o un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Sending

Hai provato il prodotto? Assegna un voto da 1 a 5

Cerca la recensione

Ultime Recensioni

LA NEWSLETTER
Recensioni scritte da appassionati come te!

Iscriviti e riceverai le ultime novità ogni mese comodamente nella tua mail!

Attività a cui sei interessato

Ti potrebbero interessare anche ...

cimalp vinson
Antonio

Cimalp Vinson

Un guscio che non teme i maltrattamenti, pensato per alpinismo invernale e in alta quota.

Test Ortovox Ravine 28
Simone

Ortovox Ravine 28

Zaino molto leggero e ricco di soluzioni per scialpinismo tecnico e veloce.

COME SCEGLIERE LE SCARPE DA TRAIL RUNNING

Non perderti le ultime recensioni

Alpinismo, arrampicata, scialpinismo, trail running o trekking? Decidi tu quali recensioni ricevere direttamente nella tua mail!