Recensione Ferrino Nightec 800

test ferrino nigjhtec 800
Voto Totale
4.2
  • Isolamento termico
    (5)
  • Comodità
    (4.5)
  • Peso
    (2.5)
  • Ingombro da chiuso
    (3.5)
  • Funzionalità
    (5)
Voto Utenti 0 (0 recensioni)

In sintesi

Il Ferrino Nightec 800 è un sacco a pelo sintetico progettato per affrontare le temperature rigide avvolti dalla comodità. Ideale per trekking di un paio di giorni e per scialpinismo con pernottamenti in tenda e bivacchi all’aperto. La sacca di compressione consente di limitare il marcato ingombro che, assieme al peso sostenuto, sono giustificati da un comfort termico di -15°C.

Pro

  • Ottimo isolamento termico
  • Termocollare imbottito
  • Lampo a due vie per aprire la parte terminale

Contro

  • Peso marcato
  • Ingombro notevole

Il sacco letto Ferrino Nightec 800 è stato pensato per garantire un sonno ristoratore anche quando la colonnina del mercurio scende decisa sotto lo zero.

Questo sacco a pelo si pone nella fascia più economica rispetto ai fratelli in piuma e, sebbene l’isolamento sintetico lo renda meno leggero e più voluminoso, offre una valida alternativa al dilemma etico dello sfruttamento degli animali per la produzione dei materiali in piuma.

Al tempo stesso garantisce un ottimo isolamento termico che lo rende ideale per lo scialpinismo e le escursioni invernali di un paio di giorni.

ferrino nightec 800

Caratteristiche tecniche del Ferrino Nightec 800

  • Peso: 2200 gr
  • Dimensioni: 220x80x55 cm – Custodia 25×45 cm – Compressa 25×38 cm
  • Temperatura: +15 / ♀ -8 / ♂ -15 / -36
  • Tessuto esterno: 90% Nylon 310T 40D Diamond Ripstop
  • Tessuto interno: 100% Polyester 190T
  • Imbottitura: Nightec 800, microfibre 1510 g shingle construction
  • Link al produttore
ferrino nightec 800

Modalità di test

Il prodotto è stato utilizzato per circa 10 uscite negli ultimi due inverni a quote variabili dai 1700 metri fino ai 2400. Ho avuto modo di testarlo sia in tenda sia in bivacco e, in un’occasione, all’interno di una truna scavata nella neve.

ferrino nightec 800 in test

Le temperature incontrate oscillavano dai -12°C ai +5°C e le condizioni meteo si alternavano tra notti calme e serene ad altre immerse nella bufera.

ferrino nightec 800 in test

La prova sul campo del Ferrino Nightec 800

Prime impressioni

I primi fattori che balzano all’occhio sono il volume corposo e il peso sostenuto, figli di un’importante imbottitura necessaria a garantire una temperatura comfort anche con clima molto rigido.

Il fratello maggiore in piuma, il Lightec 1400 Duvet, ottimizza queste caratteristiche presentandosi però sul mercato con un prezzo nettamente maggiore. Sebbene occupi una porzione di volume importante, grazie alla sacca di comprensione che aiuta a contenerne le dimensioni, è sempre entrato agevolmente nello zaino di medio litraggio assieme a tutta l’attrezzatura invernale. Ciò fa del Nightec 800 il giusto equilibrio tra spesa e resa.

sacca non compressa
Dimensionio della sacca non compressa
sacca compressa
Dimensioni della sacca compressa

Comfort e funzionalità

Al tatto il sacco risulta molto soffice e piacevole restituendo subito una sensazione di comfort e di calore.

sacco a pelo dettaglio

Ho trovato molto utili alcune peculiarità di questo sacco letto.

La lampo a “due vie” permette di aprirne la parte terminale mentre il termocollare imbottito dona la sensazione di essere totalmente avvolto dal sacco anche se non è così semplice da chiudere in quanto gli strap tendono a separarsi facilmente. Questo è dovuto probabilmente alla mia forte propensione nel rigirarmi continuamente di notte.

zip a due vie
Zip a due vie
termocollare
Dettaglio termocollare

Personalmente considero l’unione di queste due caratteristiche un ottimo punto di forza perché spesso accuso il freddo nella parte superiore del corpo provando al contempo caldo ai piedi e alle gambe.

Infine, nelle escursioni solitarie tendo a farmi compagnia con un buon libro e la piccola cerniera posta sul lato opposto della principale (sulla destra se si dorme a pancia in su) permette, all’occasione, di tenere scoperto un solo braccio. Caratteristica ideale per quest’attività o per cercare qualcosa nei dintorni del sacco a pelo senza scoprire l’intero busto.

ferrino nightec 800 in test

Isolamento termico del Ferrino Nightec 800

La temperatura più rigida con cui ho usato il sacco a pelo è stata di -12°C quindi vicina alla temperatura comfort ma lontana dal suo limite estremo (-36°C).

Non si è mai creata umidità al suo interno e anche quando ho dormito nella truna di neve è rimasto piuttosto asciutto nella parte esterna.

In ogni uscita ho dormito in boxer e maglietta non provando mai la sensazione di freddo ma, al contrario, quando la temperatura superava di un paio di gradi lo zero, tendevo a sudare se non aprivo la zip. Questo potrebbe dipendere dal fatto che sono una persona abbastanza calorosa.

temperature range

Non perderti le prossime recensioni!
Ricevi via mail i test dei prodotti per le attività che pratichi in montagna.

Consigliato per

L’ottimo isolamento termico fa del Ferrino Nightec 800 il sacco a pelo ideale per chi vuole dormire un paio di notti in tenda o in bivacchi nella stagione invernale in maniera confortevole e calda.

L’isolamento sintetica lo rende adatto ad affrontare anche i climi umidi e bagnati senza richiedere la delicatezza necessaria per i sacchi in piuma. Non è un sacco estivo e non è adatto a spedizioni d’alta quota di svariati giorni per via del peso e del volume. Dà il meglio di sé a quote medie in inverno in tenda o in bivacco.

Sei interessato ad altri articoli Ferrino?
Test Cimalp Rockfit

Cimalp Rockfit

Un pantalone dal design tradizionale ma di sostanza, per climi freddi e ventosi.

Lascia una recensione o un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Sending

Hai provato il prodotto? Assegna un voto da 1 a 5

Cerca la recensione

Ultime Recensioni

LA NEWSLETTER
Recensioni scritte da appassionati come te!

Iscriviti e riceverai le ultime novità ogni mese comodamente nella tua mail!

Attività a cui sei interessato

Ti potrebbero interessare anche ...

mammut trion nordwand 28
Antonio

Mammut Trion Nordwand 28

Zaino per salite alpinistiche tecniche e veloci, leggero e stabile sulla schiena.

cimalp vinson
Antonio

Cimalp Vinson

Un guscio che non teme i maltrattamenti, pensato per alpinismo invernale e in alta quota.

la sportiva g-tech
Edoardo

La Sportiva G-Tech

Scarponi al vertice delle prestazioni per alpinismo invernale su cascata e misto tecnico.

ATTREZZATURA PER ARRAMPICATA SPORTIVA

Non perderti le ultime recensioni

Alpinismo, arrampicata, scialpinismo, trail running o trekking? Decidi tu quali recensioni ricevere direttamente nella tua mail!