fbpx

Recensione PETZL SUMMIT EVO

Recensione piccozza Petzl Summit Evo
Voto Totale
4.3
  • Capacità di arresto
    (4)
  • Utilizzo come ancoraggio
    (4)
  • Utilizzo su pendii ripidi e ghiacciati
    (4)
  • Penetrazione della punta e della lama
    (4)
  • Maneggevolezza
    (5)
  • Peso
    (5)
Voto Utenti 0 (0 recensioni)

Leggera e polivalente

Pensata per un utilizzo classico, su terreni non troppo tecnici ma vari: dall’alpinismo su ghiacciaio e canali facili fino agli itinerari di scialpinismo dove serve una picozza “vera”. Affidabile e leggera al tempo stesso.

Pro

  • Leggerezza
  • Polivalenza
  • Robustezza

Contro

  • Costo, non proprio economico

La piccozza Petzl Summit Evo è un ottimo strumento per tutti i tipi di escursioni alpine. E’ leggera ma allo stesso tempo robusta e pesante in testa, garantendo così una buona penetrazione anche sul ghiaccio.

La forma leggermente curva e sagomata ne permette una facile estrazione dalla neve dura e dal ghiaccio anche su terreno ripido. Il manico con il grip è molto comodo e consente una impugnatura sicura. Paletta e lama sono in acciaio forgiato a caldo, il manico è in alluminio.

Testa e punta hanno i fori per la dragonne / fettuccia. E’ disponibile in 3 lunghezze: 52 cm 59 cm 66 cm con un peso che oscilla tra i 400 ed i 450 grammi.

La mia esperienza con la Petzl Summit Evo

Uso la piccozza Petzl Summit Evo da anni in alpinismo classico su ghiacciaio, in creste e in canali fino a 50 gradi e mi ha accompagnato in numerose e lunghe ascese oltre i 4.000 metri.

Salita in cresta con la piccozza

Qui la utilizzo sulla cresta sommitale della Barre des Ecrins, vetta più alta interamente in Francia. Data la sua polivalenza e leggerezza la uso spesso con soddisfazione anche nelle gite scialpinistiche primaverili.

La piccozza Petzl Summit evo in un canale

Sulle pareti più ripide la abbino spesso ad una piccozza più tecnica (qui ero sul Monte Mantello, parete nord-ovest, nel gruppo Ortles Cevedale).

Scegliendo la giusta lunghezza, inoltre, la piccozza è comoda anche come bastone su ghiacciaio o su pendio non molto ripido (qui ero quasi in vetta alla Punta Taviela).

La piccozza Petzl Summit Evo su ghiacciaio

Qui la utilizzo sul Plateau sommitale dell’Alphubel verso Taschhorn e Dom, nella catena del Mischabel, tra i principali 4000 svizzeri.

Ottima penetrazione della becca della piccozza sulla neve

Ottima la capacità di penetrazione su neve dura, grazie all becca robusta in acciaio e alla leggera curvatura del manico.

Conclusioni

Posso dire che la piccozza Petzl Summit Evo è ormai per me una compagna inseparabile di cui apprezzo innanzitutto la versatilità e la leggerezza, unita a prestazioni che tolgono dagli impicci anche su terreno moderatamente tecnico.

La trovo particolarmente adatta a gite scialpinistiche dove si incontrano pendenze o tratti di misto che necessitano di una piccozza “vera” e affidabile ma – allo stesso tempo – che non pesi troppo.

Prezzo: 110/120€

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su reddit
Condividi su telegram
Condividi su email

Lascia una recensione su questo prodotto

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Sending
Assegna uno voto da 1 a 5

Cerca la recensione

Iscriviti alla Newsletter

Seguici sui Social

Ti potrebbero interessare anche ...

Recensioni scritte da appassionati come te!

Ricevile ogni mese comodamente nella tua mail!

Categoria d'interesse

Grazie! Ti abbiamo mandato un'email per confermare il tuo indirizzo.