Recensione Devold Tinden Hybrid Merino

devold tinden hybrid
Voto Totale
3.7
  • Isolamento termico
    (5)
  • Traspirabilità
    (4.5)
  • Protezione dal vento
    (3)
  • Libertà di movimento
    (4)
  • Peso e ingombro
    (2)
Voto Utenti 0 (0 recensioni)

In sintesi

Un mid-layer per attività invernali costituito in prevalenza da lana merino e dotato di un design classico e sobrio. La costruzione ibrida con tessuti di diverso peso distribuisce protezione, calore e traspirazione in modo differenziato. Un capo fuori dal coro, anche nel prezzo.

Pro

  • Grande termoregolazione
  • Buon rapporto traspirabilità / calore
  • Resistenza ai cattivi odori
  • Design adatto anche all’utilizzo di tutti i giorni

Contro

  • Delicatezza dei tessuti
  • Peso

La giacca Devold Tinden Hybrid Merino è un mid layer a base di lana merino, un materiale conosciuto e apprezzato per l’intimo e che la casa norvegese utilizza anche per i secondi strati e per i soft-shell.

Solitamente il mondo dei mid layer è dominato dalle fibre sintetiche, che offrono notevoli prestazioni in questo ambito di utilizzo. E’ la prima volta che testo un secondo strato in lana merino, per cui ero davvero curioso di capirne le potenzialità.

mid layer devold tinden hybrid merino

La Devold Tinden Hybrid Merino è una giacca a costruzione ibrida, secondo il principio del body mapping: ogni zona del torace è protetta da un tessuto diverso, per tipologia e spessore. Inoltre la lana merino, che costituisce circa l’80% del capo, è lavorata con una tecnica a maglia che consente di ricavare sacche d’aria isolanti tra gli strati di lana, a beneficio dell’isolamento termico. La giacca è dotata di zone con pannelli protettivi in tessuto sintetico.

Caratteristiche tecniche della Devold Tinden Hybrid Merino

  • Taglio: classico, con vestibilità comoda
  • Tessuto principale: lana merino, in percentuale variabile dal 95 al 54% a seconda delle zone
  • Tessuto secondario: poliestere, poliammide, elastan
  • Tasche: 2 in posizione pettorale
  • Zip completa a due vie
  • Collo alto
  • Polsini con fori per i pollici
  • Orlo inferiore regolabile
  • Peso: 660 gr (taglia L)
  • Link al produttore
maglia per scialpinismo in lana merino

Modalità di test

Ho testato il mid layer Devold Tinden Hybrid Merino tra novembre e gennaio, per un totale di una decina di uscite di escursionismo, alpinismo e scialpinismo. La temperatura è stata compresa tra i -7° e i 12°, con clima molto variabile: dal sereno stabile alla pioggia e alla neve debole, ad un’altitudine tra i 500 e i 2.800 metri.

Il capo è stato utilizzato sopra ad un intimo in lana merino a maniche lunghe, sia da solo come ultimo strato, sia sotto a softshell e a gusci impermeabili.

devold tinden hybrid merino test skialp

La prova sul campo della Devold Tinden Hybrid Merino

Design e costruzione

Questa giacca ha un design che  è agli antipodi rispetto allo stile colorato e appariscente di tanti capi sportivi. A prima vista può apparire una normale maglia con zip, con una vestibilità classica che tende all’abbondante se si è magri come il sottoscritto. 

devold tinden hybrid merino test escursionismo

Invece, come ho già scritto, dietro alla progettazione di questo capo c’è un attento studio di body mapping che associa ad ogni parte del busto un tessuto diverso, come tipologia e spessore. Per cui troviamo pannelli protettivi anti vento sul fronte, mentre sotto le ascelle e sui fianchi abbiamo un tessuto a trama più leggera, per favorire la ventilazione. L’obiettivo è di avere calore dove serve, senza eccedere a scapito della traspirabilità.

Isolamento termico

La Devold Tinden Hybrid Merino è sicuramente calda e adeguata ad un utilizzo invernale. Indossata sopra ad un intimo a maniche lunghe è perfetta per muoversi con temperature vicine allo zero (in assenza di vento), senza soffrire il freddo e senza bisogno di aggiungere un ulteriore strato.

devold tinden hybrid merino test neve
Salendo sotto una leggera nevicata, senza il bisogno di aggiungere uno strato. 

La cosa che più mi ha colpito è stata però la capacità di termoregolazione, che è un vantaggio specifico della lana rispetto al sintetico.

Con questo capo ho viaggiato tranquillamente in macchina a 21 gradi, per poi uscire a temperature prossime allo zero, infilare scarponi e sistemare lo zaino, senza avvertire nel frattempo la necessità di coprirmi con un piumino. E’ come se il mid layer adattasse il calore in funzione della temperatura circostante, e lo conservasse per un tempo relativamente lungo (almeno 5 / 10 minuti), cosa che con mid layer sintetici non avevo sperimentato.

Traspirabilità

La traspirabilità è molto buona per un capo così caldo, ed è garantita dal tessuto più leggero collocato sui fianchi e sotto le ascelle. Salendo sotto sforzo e sudando si percepisce chiaramente che da queste aree c’è uno scambio verso l’esterno che contribuisce a regolare la temperatura. La doppia cerniera apribile sotto e sopra agevola poi la regolazione del calore.

test sudore mid layer in lana merino
Gli aloni di sudore dopo una salita a ritmo intenso

Quando si suda si percepisce chiaramente come la Devold Tinden Hybrid Merino trasferisca il sudore all’esterno. La cosa è visibile dagli aloni che si formano sulla giacca stessa, che hanno solo lo svantaggio di non essere esteticamente bellissimi. Ma in montagna, si sa, si va per faticare!

L’asciugatura è abbastanza rapida ma non come un capo in sintetico.

Protezione dal vento

Ad un mid layer solitamente non si richiedono prestazioni antivento, che sono affidate a capi sofshell o a gusci. Un mid layer dev’essere caldo e traspirante.

test maglia in lana merino per la montagna

Tuttavia, la Devold Tinden Hybrid Merino offre una discreta protezione in caso di vento moderato nella parte frontale e sull’esterno delle braccia, grazie ai pannelli in tessuto sintetico. La protezione è accettabile con vento fino ai 10 / 15 km all’ora nella stagione invernale.

Utilizzo sotto il terzo strato

Se indossata sotto ad un guscio o ad un piumino la Devold Tinden Hybrid Merino si comporta bene grazie alle sue ottime doti di termoregolazione e alla sua vestibilità comoda. La sensazione trasmessa dalla lana merino è quella di essere caldi anche dopo aver sudato molto. 

Per dare un’idea: usando la Tinden Hybrid insieme ad un intimo in lana merino da 200 gr / mq, arrivato in vetta (2.700 m) sono sceso con gli sci solo coprendomi con il guscio. La giornata era serena, sugli zero gradi e con vento debole.

Funzionalità

La Devold Tinden Hybrid Merino è dotata di ben 4 tasche: due all’altezza del petto e due, più ampie, ad altezza del ventre. 

tasca frontale devold
Tasca pettorale

tasca ventrale devold
Tasca ventrale

Le maniche sono dotate di buchi per infilarvi i pollici. Comodi per aumentare l’isolamento termico, anche se personalmente non li uso perché interferiscono con la lettura del Garmin.

polsino giacca
Dettaglio manica con buco per il pollice

Sull’orlo della Tinden Hybrid sono poi presenti due fibbie elastiche per regolare l’aderenza al corpo.

orlo con fibbie
Orlo inferiore regolabile con fibbie elastiche

La cerniera è molto pratica, a doppia apertura. Comoda per un utilizzo in scialpinismo così da avere l’artva sempre a portata di mano.

apertura a doppio cursore

apertura giacca
Cerniera a doppia apertura comoda anche per l’accesso all’artva

Buono il collo alto, che protegge bene dal freddo fin sotto il mento.

collo mid layer devold
Dettaglio collo

Una cosa che personalmente avrei apprezzato e che invece manca è un cappuccio leggero, utile a proteggere anche la testa quando si alza il vento.

Altro punto debole è rappresentato dal peso e dall’ingombro nello zaino, sicuramente superiori a quelli di un capo sintetico.

Invece, la libertà di movimento è nel complesso buona, grazie alle forme che non comprimono e all’elasticità della costruzione a maglia.

Durabilità e resistenza agli odori

La lana ha molti vantaggi, ma tra questi non vi è la resistenza all’usura, che sicuramente è inferiore a quella dei tessuti sintetici. Dopo questo test ho notato nella Devold Tinden Hybrid Merino alcuni “riccioli” e fili che si sono formati senza particolari sfregamenti. Non è quindi un capo da maltrattare troppo: eviterei di usarlo in attività di arrampicata o di trekking in mezzo alla macchia mediterranea.

tessuto lana merino

Un grande punto di forza è invece la resistenza agli odori. Dopo una decina di uscite, tutte ad elevata sudorazione, la giacca Devold semplicemente non puzza: è bastato lasciarla a prendere aria per essere pronta per la successiva uscita. Con meno lavaggi anche l’ambiente ringrazia.

Non perderti le prossime recensioni!
Ricevi via mail i test dei prodotti per le attività che pratichi in montagna.

Vestibilità

La Devold Tinden Hybrid Merino non è una giacca attillata, al contrario. A volte “cade” un po’ nella zona frontale, a causa della conformazione dei diversi tessuti che la compongono.

Per quanto riguarda la taglia, Devold veste abbondante. Io che sono alto 195 cm solitamente uso una XL, ma della Tinden Hybrid ho preso la L.

vestibilità mid layer devold

Consigliata per

La Devold Tinden Hybrid Merino si è dimostrata un ottimo secondo strato per attività invernali come l’escursionismo, lo scialpinismo e – grazie al suo design sobrio – anche per l’uso di tutti i giorni.

Sarà apprezzata da chi ama la sensazione che solo la lana merino sa dare in quanto a calore e piacevolezza al tatto e dà il meglio se abbinata ad un primo strato in lana merino. La capacità di termoregolazione, la traspirabilità associata al potere calorifico e la resistenza agli odori sono davvero dei punti di forza di questo capo che ha il pregio di portare la lana verso applicazioni finora inedite.

Un capo che è agli antipodi del “fast fashion” della montagna, per design, filosofia e prezzo.

Prezzo: € 379

Acquista in Negozio
Sei interessato ad altri articoli Devold?
marker cruise 10

Marker Cruise 10

Un attacco da ski touring dall’utilizzo facile e intuitivo, ideale per chi inizia.

cimalp vinson

Cimalp Vinson

Un guscio che non teme i maltrattamenti, pensato per alpinismo invernale e in alta quota.

Lascia una recensione o un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Sending

Hai provato il prodotto? Assegna un voto da 1 a 5

Cerca la recensione

Ultime Recensioni

LA NEWSLETTER
Recensioni scritte da appassionati come te!

Iscriviti e riceverai le ultime novità ogni mese comodamente nella tua mail!

Attività a cui sei interessato

Ti potrebbero interessare anche ...

Test K2 Mindbender 96C
Andrea

K2 Mindbender 96C

Sci strutturato e piacevole con ogni condizione di neve, dalla polvere alla crosta.

recensione sacco a pelo Ferrino Mystic High Lab
Andrea

Ferrino HL Mystic

Sacco a pelo per alpinismo e trekking con temperature fino a -10° e con clima umido.

Test Black Crows Navis Freebird
Edoardo

Black Crows Navis Freebird

Sci per sciatori evoluti e dalla buona tecnica, che ricercano la prestazione in discesa su tutti i terreni.

test scarpone Maestrale 2023 2024
Andrea

Scarpa Maestrale

Un grande classico ora migliorato per renderlo ancora più affidabile e versatile.

Non perderti le ultime recensioni

Alpinismo, arrampicata, scialpinismo, trail running o trekking? Decidi tu quali recensioni ricevere direttamente nella tua mail!