fbpx

Recensione FERRINO VALDEZ JACKET

recensione giacca Ferrino Valdez
Voto Totale
3.9
  • Protezione dal vento
    (4)
  • Impermeabilità
    (5)
  • Isolamento termico
    (4)
  • Traspirabilità
    (3.5)
  • Peso
    (4)
  • Indossabilità e libertà di movimento
    (2.5)
  • Design e dettagli
    (4.5)
Voto Utenti 0 (0 recensioni)

In sintesi

Una giacca 4 stagioni adatta per i climi medi e freddi, con ottimo isolamento e Impermeabilità. Ampia dotazione di tasche. La versione nera è adatta anche da utilizzare nella vita quotidiana a scuola o al lavoro.

Pro

  • Ottima dotazione di tasche
  • Peso
  • Impermeabilità
  • Resistenza
  • Regolazioni

Contro

  • Tasca per il cellulare piccola
  • Veste troppo largo

La giacca Ferrino Valdez Jacket è composta in poliestere laminato (denominato da Ferrino Storm Shield 3L), che promette un ottimo isolamento del corpo dall’esterno sia dalle intemperie che da temperature più basse; inoltre le 20.000mm colonne d’acqua e la traspirabilità a 20.000 g/m2/24h dovrebbero garantirci di restare a lungo asciutti senza sudare eccessivamente.

Io ho avuto modo di utilizzare questa giacca Ferrino in diversi trekking passando da temperature sugli 8/9 gradi fino ai -10 in occasione di una ciaspolata.

La giacca utilizzata durante una ciaspolata

LA GIACCA FERRINO VALDEZ IN DETTAGLIO

Inizio col parlarvi di questo prodotto dalla cosa che più mi ha lasciato piacevolmente colpito: il numero di tasche. Tra quelle esterne e quelle interne, se ne contano addirittura cinque.

Nella parte bassa attorno ai fianchi troviamo le classiche tasche dove poter riporre oggetti che ci servono di continuo come una torcia o una piccola macchina fotografica (anche una mirrorless).

All’altezza del petto troviamo la tasca che viene comunemente chiamata “napoleone”, dove possiamo riporre per esempio le chiavi della macchina. Questa risulta essere la tasca più sicura dove riporre oggetti preziosi, grazie anche ad una copertura sulla cerniera che la nasconde e ne aumenta l’impermeabilità.

Ferrino Valdez Jacket
Dettaglio della tasca napoleonica con relativa chiusura

Le tasche che più mi sono piaciute però sono le due interne, in particolare sul lato sinistro troviamo una tasca (chiusa con cerniera) studiata apposta per riporre un cellulare con anche l’uscita cuffie.
L’idea di inserirla all’interno è veramente ottima in quanto, oltre ad evitare che ci rubino il telefono, resta al caldo. Questo è un bene per la batteria, soprattutto alle temperature più fredde.

Unico neo è la grandezza della tasca: all’interno ci sta un telefono con display grosso al massimo 6 pollici. Vista la tendenza di fare telefoni sempre più grandi, servirebbe una tasca più capiente.

La tasca porta cellulare
Dettaglio della tasca portacellulare interna, si vede come un telefono con display superiore a 6” non ne favorisca la chiusura

Sul lato destro dell’interno giacca troviamo invece una grossa tasca a rete dove possiamo riporre dei guanti o un cappellino che, come per il telefono, resterebbero al caldo. Questa tasca è l’unica non chiusa da una cerniera ma da un elastico.

Recensione giacca Ferrino Valdez Jacket
La tasca interna è così grande che può contenere una comune bottiglia da 1.5 litri

Le cerniere sono di ottima fattura, dure al punto giusto, non si sono mai inceppate ed anche i cordini che ci aiutano ad aprirle e chiuderle non si sono mai rotti o sfilacciati.

Ferrino Valdez Jacket
Dettaglio della cerniera centrale

Altro aspetto che mi è piaciuto di questa Ferrino Valdez Jacket sono le varie possibilità di regolazione.

In particolare troviamo due cordini per poter stringere l’elastico che passa nella parte bassa della giacca e che ci permettono di farla aderire bene al corpo evitando quindi sia la dispersione di calore sia il possibile ingresso d’aria.

Allo stesso modo troviamo due regolazioni per il cappuccio: una posta all’altezza del nostro zigomo destro ed una dietro nella parte della nuca.
Questo ci permette di evitare di aver freddo anche in caso di forte vento. In caso di necessità c`é spazio per poter indossare il cappuccio anche sopra il casco.

Le regolazioni del cappuccio
Dettaglio dei cordini elastici posti sul cappuccio

Sul cappuccio è presente anche una visiera che aiuta a prevenire l’ingresso di acqua o neve.

Ferrino Valdez Jacket
Dettaglio della visiera

Infine, come ultima regolazione, troviamo due fettucce con il velcro poste sui polsi per poter far aderire meglio il capo.

Molto apprezzato è il materiale morbido posto all’interno del collo della giacca dove, una volta richiusa tutta la cerniera centrale, va a contatto col viso.

La visiera della giacca
Dettaglio del materiale morbido in zona collo

Passando invece a descrivere gli aspetti più tecnici dei materiali posso dire che le premesse fatte in partenza sono state confermate.

La giacca trattiene molto bene il calore del corpo in caso di temperature rigide. Se invece dovessimo sentire troppo caldo abbiamo a disposizione due cerniere di aerazione poste sotto le ascelle da poter aprire per favorire la dispersione del calore in eccesso.

Anche l’impermeabilità rispetta le indicazioni fornite dal produttore. Ho avuto modo di utilizzare questa giacca sotto un forte acquazzone per circa un`oretta e non ho avuto alcun problema di umidità.. Le gocce d’acqua restano sulla superficie della giacca e scivolano via con facilità.

Il tessuto impermeabile ma traspirante
Si puó vedere come le gocce restino compatte sulla superficie agevolandone l`eliminazione

Il peso è di 850g, lo ritengo ragionevole per questo capo d’abbigliamento, in quanto una volta indossato non risulta pesante.

Ottima la resistenza del materiale in quanto in tutte le mie uscite con questa giacca ho sempre avuto addosso uno zaino e ad oggi non presenta alcun segno di usura o abrasione. In alcuni casi sono anche andato a sfregare contro la roccia ma non é stato assolutamente un problema: la giacca non ne ha risentito.

A livello di vestibilità, questa giacca veste largo, fin troppo. Ho dovuto tirare molto i cordini posti nella parte bassa per poterla far aderire al mio girovita. Anche le maniche risultano essere piuttosto abbondanti come volume tanto che in caso di vento il materiale in eccesso svolazza.
Avrei preferito fosse stata più “slim fit”.

Ferrino Valdez Jacket
La vestibilità è un po’ abbondante, soprattutto sulle maniche

Dopo aver provato questa giacca Ferrino Valdez in montagna ho deciso di utilizzarla anche nella vita quotidiana andando al lavoro. In questo caso la sobrietà del colore nero aiuta negli abbinamenti e si apprezza ancora di più la quantità di tasche.

CONCLUSIONI

In conclusione mi sento di consigliare questa giacca per chi fa principalmente trekking (sia estivo che invernale), backpacking o alpinismo.

Ferrino Valdez Jacket

L’ottima resistenza del materiale costruttivo, la grande capacitá delle tasche di contenere oggetti e la buona impermeabilitá ne fatto un capo pensato per chi passa tante ore (e giorni) in mezzo alla natura. In situazioni in cui le condizioni atmosferiche possono cambiare molto velocemente e diventare in breve tempo anche molto severe.

Non é quindi un capo “fast & light”, ma un guscio per attività “slow” dove conta la protezione, la robustezza e la possibilità di stivare cose a portata di mano.

Prezzo: € 259

Sei alla ricerca di altra attrezzatura per il trekking?
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su whatsapp
Condividi su reddit
Condividi su telegram
Condividi su email

Lascia una recensione su questo prodotto

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Sending
Assegna uno voto da 1 a 5

Cerca la recensione

Ultime Recensioni

Iscriviti alla Newsletter

Seguici sui Social

Ti potrebbero interessare anche ...

Recensioni scritte da appassionati come te!

Ricevile ogni mese comodamente nella tua mail!

Categoria d'interesse

Grazie! Ti abbiamo mandato un'email per confermare il tuo indirizzo.