Recensione Black Diamond Vapor

Test Black Diamond Vapor
Voto Totale
4.8
  • Comfort
    (5)
  • Regolazione e stabilità
    (5)
  • Peso
    (5)
  • Ventilazione
    (5)
  • Aggancio lampada frontale
    (4)
Voto Utenti 4 (1 recensione)

IN SINTESI

Casco ultraleggero, comodo e areato, ideato per convincerci a scalare anche in falesia e boulder con il casco indossato. Si guadagna sia in sicurezza che in look.

Pro

  • Leggerezza
  • Disegno compatto
  • Aerazione
  • Comfort

Contro

  • Nessuno

Premessa

Il casco Black Diamond Vapor 2023 è l’evoluzione dell’omonimo casco. Promette di essere più leggero, più traspirabile e più confortevole del vecchio modello. Questo è l’ambizioso obiettivo che si è posta Black Diamond.

Caratteristiche tecniche del Black Diamond Vapor

  • Peso 170 g (taglia S/M)
  • 18 prese d’aria
  • Calotta in polisterene espanso ad alta resistenza XPS
  • Protezione centrale in policarbonato e film di Aluula
  • Sistema di regolazione attorno alla testa basata su fettucce leggere e morbide
  • Disponibile in tre colori
  • Link al produttore

Peso

Rispetto alla versione passata la taglia S/M passa da 200 g a 170 g. Un bel miglioramento, anche se Black Diamond nel sito dichiara 155 g.

Calotta

La costruzione del nuovo Vapor si ispira anche ad altri caschi disponibili sul mercato, dove la parte laterale di copertura di policarbonato è stata eliminata lasciando la calotta in XPS nuda. Questa scelta, di fatto, riduce un po’ la resistenza a sfregamento della parte laterale del casco, a favore però della leggerezza.


In Europa, lo standard di riferimento è la norma EN 12492 che, per quanto riguarda la sicurezza della calotta, richiede che:

  • gli urti piani su tutte le direzioni non devono superare una forza di impatto trasmessa alla testa di 10 kN;
  • la parte superiore centrale non sia perforata da un percussore conico di 3 kg che cade da 1 metro.

Compresi questi aspetti, pare chiaro che rimuovere la copertura laterale non crea problemi di sicurezza, laddove questa è decisiva nella resistenza alla penetrazione centrale.

Black Diamond ha poi rinforzato il film in policarbonato con una lastra sottile in Aluula, che ha sostituito il precedente rinforzo in carbonio e kevlar. Aluula è un composito basato su una rete di fili di UHMPE (tipo Dynema) saldati tra loro e stampati tra due film plastici, che li proteggono da delaminazione e raggi UV. In questo modo, si ha un film centrale con la resistenza meccanica dell’acciaio ma la leggerezza del tessuto.

Sistema di regolazione del Black Diamond Vapor

Il sistema di regolazione del casco rispetto alla versione passata non ha più i due tensionamenti laterali in plastica. Al loro posto sono usate delle fettucce morbide, più comode, che vengono tensionate tramite una fibbietta.

La chiusura è simile a quella che si ha negli zaini o negli imbraghi, è un gesto quindi familiare per chi deve regolarsi il casco in testa.

Piccola curiosità: nelle tre diverse edizioni del Black Diamond Vapor il logo è stato sempre più ridotto di dimensioni. Il look risulta ora a mio avviso più “elegante”.

Modalità di test

Ho utilizzato il casco Black Diamond Vapor nella mia ultima cascata di ghiaccio della stagione. Successivamente l’ho testato sia su vie di roccia che in falesia.

test del casco da arrampicata in falesia

Non perderti le prossime recensioni!
Ricevi via mail i test dei prodotti per le attività che pratichi in montagna.

La prova sul campo del Black Diamond Vapor

Chi, come me, sostituisce il vecchio Black Diamond Vapor con il nuovo non avrà sorprese: appena lo indosserà si sentirà a casa. Il sistema di regolazione posteriore con la fettuccia da tirare è molto comodo e stabile.

Ghiaccio e alta montagna

Per quanto riguarda l’aerazione, le prese d’aria nel nuovo Vapor sono ora 18, mentre prima erano 21. In compenso, la dimensione delle singole feritoie è aumentata.

Su ghiaccio, devo dire che questo casco è così areato che è quasi un po’ freddo, tanto che coprirlo con il cappuccio del guscio diventa quasi un obbligo. Di buono è che, grazie alla sua forma compatta, entra bene sotto qualsiasi cappuccio.

Test Black Diamond Vapor
Grazie alla forma compatta il Black Diamond Vapor entra facilmente sotto al cappuccio.

Vie a più tiri

Nelle vie a più tiri ho davvero apprezzato la leggerezza e l’aerazione: ci si dimentica di averlo in testa, mai caldo o fastidioso. Per lo stesso motivo lo raccomanderei anche per chi fa ferrate.

La chiusura con fettucce non crea alcuno spigolo che potrebbe infastidire, tanto che me lo sono ritrovato in testa anche nel sentiero di rientro, quando ormai non serviva più.

Falesia e trad

Ma è in falesia dove il Black Diamond Vapor mi ha davvero sorpreso: durante l’arrampicata non ho avuto la percezione di averlo in testa e non mi ha mai disturbato la vista.

Difficile da misurare, ma ho avuto l’impressione che i tecnici Black Diamond siano riusciti a ridurre ancora di più il volume del casco. Questo non solo migliora il look, ma anche la performance: quando si scala in placca si ha bisogno di schiacciarsi molto sulla parete.

Non avere ingombri a livello della testa è fondamentale in passaggi delicati di equilibrio. Lo stesso accade quando si scala in fessure off-width o in camini.

Test Black Diamond Vapor

Non c’è molto altro da aggiungere: quando indossi un casco che non si fa sentire e non ti ostacola, significa che non hai più scuse per non utilizzarlo sempre.

Fissaggio lampada frontale del Black Diamond Vapor

Il sistema di fissaggio della lampada frontale è stato migliorato rispetto alla versione precedente che avevo trovato un po’ debole. Nella parte posteriore è stato montato un elastico con clip più facile da operare anche a casco indossato.

Black Diamond Vapor

Mentre nella parte anteriore le clip sono più verticali e offrono miglior aggancio.

Sistema fissaggio lampada frontale casco Black Diamond
Il fissaggio della lampada frontale del nuovo Black Diamond Vapor è notevolmente migliorato.

Climbing e sicurezza

Nel climbing, tutti concordiamo sul fatto che in montagna, in ferrata e su ghiaccio il casco sia indispensabile, ma quando facciamo falesia o boulder, non riusciamo a immaginarci di usarlo. Non lo indossiamo, anche se siamo esposti al rischio di caduta sassi o di voli che, ribaltandoci, possono farci battere la testa. Non lo usiamo perché il casco “è pesante, scomodo e sembri sfigato”.

Black Diamond, con il nuovo Vapor, ci pone davanti al fatto che non ci sono più giustificazioni per non usare il casco in falesia, così come in palestra di arrampicata o in bouldering.

Vestibilità del Black Diamond Vapor

Usando caschi per moltissime attività (sci, enduro, downhill) posso dire che la taglia S/M di Black Diamond è perfettamente allineata con la M del mercato dei caschi sportivi. La vestibilità per me è perfetta e non necessita di adattamenti.

Nuovo modello casco Black Diamond Vapor

Consigliato per

Consiglio il Black Diamond Vapor a tutti i climber, alpinisti e falesisti che cercano un prodotto innovativo e leggero, per esprimersi al massimo livello dimenticandosi di avere un casco. Chi scala soprattutto in inverno, forse troverà questo casco un po’ freddo.

L’assenza della protezione laterale in policarbonato rende il casco un po’ più delicato, pertanto chi cerca un prodotto indistruttibile forse dovrà guardare altrove.

Acquista OnlineAcquista in Negozio
Sei interessato ad altri articoli Black Diamond?
cimalp vinson

Cimalp Vinson

Un guscio che non teme i maltrattamenti, pensato per alpinismo invernale e in alta quota.

la sportiva g-tech

La Sportiva G-Tech

Scarponi al vertice delle prestazioni per alpinismo invernale su cascata e misto tecnico.

3 risposte

  1. Recensione davvero interessante ed esaustiva, avrei una curiosità in merito alla taglia del casco e alla sua vestibilità.
    Avendo la misura della testa di 58 cm è consigliato prendere la taglia S/M o M/L?
    Pensado di usarla anche in alpinismo.

    1. ciao Simone
      se non pensi di usare spesso il berretto sotto ti consiglierei S/M.
      a ogni modo a breve troverai questo casco in tutti i negozi e potrai provarlo direttamente

      ciao
      Andrea

  2. (4)

    Davvero un prodotto che impressiona per leggerezza e compattezza. Provato in falesia e in ferrata, davvero non sembra di averlo addosso e le sue dimensioni contenute aiutano molto quando ci si muove in camini e sotto a tettini e risalti di roccia, evitando le classiche “capocciate”. Aerazione ottimale per uso in bassa quota o in estate.

    Unico neo per cui non ho dato 5 stelle è la sensazione di delicatezza della calotta laterale. Per il momento non ho riscontrato problemi, ma l’impressione è quello di un casco che non va maltrattato troppo, ad esempio buttandolo e comprimendolo dentro lo zaino.

Lascia una recensione o un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Sending

Hai provato il prodotto? Assegna un voto da 1 a 5

Cerca la recensione

Ultime Recensioni

LA NEWSLETTER
Recensioni scritte da appassionati come te!

Iscriviti e riceverai le ultime novità ogni mese comodamente nella tua mail!

Attività a cui sei interessato

Ti potrebbero interessare anche ...

Test Aku Croda Dfs Gtx
Matteo

Aku Croda Dfs Gtx

Scarpone da alpinismo leggero e preciso sul tecnico e allo stesso tempo comodo anche negli avvicinamenti.

Test Sea to Summit Spark SpIII
Sarah

Sea to Summit Spark SpIII

Sacco a pelo dal peso e ingombro ridotti, per un utilizzo con temperature fino a -8°.

COME SCEGLIERE I RAMPONI

Non perderti le ultime recensioni

Alpinismo, arrampicata, scialpinismo, trail running o trekking? Decidi tu quali recensioni ricevere direttamente nella tua mail!