— Domanda di Stefania

Come vestirsi per lo scialpinismo?

Finora in inverno ho usato le ciaspole, ma ora voglio provare lo sci con le pelli e mi chiedo quale sia l’abbigliamento migliore e i capi che mi consigliate sia per la salita che per la discesa. Per le ciaspole uso un paio di pantaloni idrorepellenti della Decathlon SH900 con cui mi trovo bene ma non so se vanno bene anche per lo sci. Per il piumino invece, ne ho uno sintetico un po’ vecchiotto della Colmar che è caldo ma piuttosto ingombrante. Posso sostituirlo con un secondo pile da mettere sotto il guscio?

Vestirsi per lo scialpinismo non è cosa semplice (e neppure economica) perché purtroppo i capi devono soddisfare necessità molto diverse. In salita sono richiesti capi traspiranti e a veloce asciugatura, in discesa al contrario serve protezione e calore. E poi devono essere comodi, leggeri e occupare poco spazio nello zaino. Un mix non semplice di caratteristiche tra loro contrastanti.

Comunque ti faccio un elenco di quelli che secondo me sono i capi necessari per vestirsi per lo scialpinismo in modo corretto, in ordine di indosso sulla pelle:

  • intimo: fondamentale per rimanere asciutti e non disperdere il calore. Vale la pena spendere qualche euro in più per capi di qualità, sia per le gambe (dove vanno bene anche i pantaloni a 3/4, sotto al ginocchio), sia per il busto. Personalmente sono un fan della lana merino, che rispetto al sintetico rimane calda anche quando si suda.
  • pantaloni: ti consiglio vivamente di abbandonare i tuoi pantaloni da ciaspole per un paio di pantaloni specifici per scialpinismo, che siano dotati di zip di aerazione laterali e di una migliore impermeabilità, oltre che di una vestibilità comoda (fare le inversioni con pantaloni scomodi non è il massimo).
  • primo strato: un classico mid-layer a grammatura intermedia, meglio se con apertura a zip integrale. Personalmente non consiglio un pile troppo caldo, meglio qualcosa di più leggero sopra cui eventualmente aggiungere un gilet.
  • gilet anti vento, con o senza cappuccio: per me è un must, soprattutto quando sali, stai sudando ma hai bisogno di protezione dal venticello freddo.
  • sofshell termico e antivento: è il secondo mid-layer con funzione più protettiva, quando le temperature sono basse e il vento più sostenuto. L’importante è che abbia una buona traspirabilità e oggi ci sono ottimi capi ibridi, con zone più impermeabili al vento e altre più traspiranti.
  • piumino: è un capo da portarsi sempre dietro in inverno perché in caso di incidente o imprevisto che ci blocchi in mezzo alla neve non averlo può portare a conseguenze drammatiche. Esistono ormai modelli estremamente comprimibili, meglio in sintetico perché sono più maltrattabili e più caldi anche se bagnati.
  • guscio: abbastanza ampio per poter ospitare sotto di sé tutti i capi precedenti.
  • guanti: sempre due paia, uno più leggero e traspirante per la salita e l’altro impermeabile e caldo per la discesa.
  • fascia calda ma traspirante per la salita e berretto più termico (o sotto-casco) per la discesa.

Questa è la mia lista “base” di vestiti per lo scialpinismo. Poi con l’esperienza potrai definire al meglio il tuo guardaroba e la tipologia dei singoli capi da portarti dietro. Infine, qui puoi trovare tutte le nostre recensioni sull’abbigliamento per lo scialpinismo.

come vestirsi per lo scialpinismo

Interessato allo Scialpinismo?

Vai alle recensioni di attrezzatura e abbigliamento per lo scialpinismo.

Consulta la nostra guida all’attrezzatura per lo scialpinismo.

Consulta le nostre guide su come scegliere gli sci da scialpinismo.

Hai anche tu un dubbio sull'attrezzatura di montagna?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cerca la recensione

Ultime Recensioni

Non perderti le ultime recensioni

Alpinismo, arrampicata, scialpinismo, trail running o trekking? Decidi tu quali recensioni ricevere direttamente nella tua mail!